PITTURA ETRUSCA (340 – 320 a.c.)

La possibilità, intravista anche da alcuni studiosi, che il personaggio che sguaina la spada sia il dittatore di Roma all’alba del V sec. a.C., MARCUS FURIUS CAMILLUS, assediante, espugnatore di Veio e vincitore dei Galli di Brenno, che assale un non ben identificato CNEUS TARQUINIUS ROMANUS.